Itazura na kiss- anime

Aiahara Kotoko e Irie Naoki, protagonisti dell’anime.

Ho finito da poco di vedere “Itazura na kiss” (Un bacio malizioso), sottotitolato in italiano, e devo dire che, ad oggi, è forse uno degli anime che mi hanno colpito più profondamente. Si tratta di una storia molto ben pensata e congegnata, che è in grado di far riflettere ciascuno sul proprio vissuto personale. Non è banalmente quella che si definirebbe una storia d’amore, ma molto di più.

L’anime è ispirato al manga del genere shojo della mangaka Kaoru Tada, pubblicato per la prima volta nel 1991 sulla rivista Deluxe Margaret. Nonostante il successo, il manga rimase incompleto a causa della prematura morte dell’autrice. La serie continuò comunque ad essere pubblicata grazie all’autorizzazione del marito dell’artista e nel 2008 fu trasposta in una serie animata di 25 episodi. Come dichiarato dal marito, la sceneggiatura dell’anime segue il plot impostato dalla Tada e termina rispettando fedelmente il finale da lei preimpostato.

“Itazura na kiss” racconta le vicende di due ragazzi, Aihara Kotoko e Irie Naoki, insieme a quella di molti altri personaggi di contorno di grande simpatia e caratterizzazione.

Tutto inizia quando, ai tempi delle scuole superiori, Aihara Kotoko, appartenente alla classe F, ossia la classe degli studenti meno intelligenti e dotati, si dichiara con una lettera a Irie Naoki, facente parte della classe A, ossia del gruppo degli alunni più brillanti.

Irie Naoki, tuttavia, essendo interessato più allo studio che alle ragazze, in quel preciso periodo della sua vita, e ritenendo Kotoko inadatta perché poco intelligente e molto imbranata, si rifiuta categoricamente persino di leggere la lettera.

Tutto sarebbe finito lì, se il destino non avesse deciso diversamente…

Nella notte del giorno in cui Kotoko aveva tentato invano di consegnare la propria lettera a Naoki, infatti, la città di Tokyo viene colta da un violento terremoto da cui la casa della ragazza esce distrutta.

Così, la ragazza, che al tempo viveva da sola con suo padre, perché orfana di madre, è costretta a trasferirsi a casa di un vecchio amico del signor Aihara, che si rivela essere poi il padre di Irie Naoki. Complice il destino, allora, Kotoko si trova a dover familiarizzare con lo stesso Naoki, che si era ripromessa di dimenticare.

I genitori di Naoki, in particolare sua madre, accolgono da subito con un gran entusiasmo Kotoko e suo padre nella loro casa. Lo stesso non si può dire, ovviamente di Naoki, che dichiara di aver sempre vissuto una vita tranquilla e priva di ostacoli prima dell’avvento di Kotoko, e di suo fratello minore, che ha un cuore di ghiaccio ed è quasi tale e quale a Naoki. Kotoko, però, col tempo, riesce, con una buona dose di determinazione, a farsi voler bene anche dai due fratelli Irie.

Si mette in testa di dover convincere Naoki delle proprie qualità e si impegna immediatamente nello studio, per riuscire a dimostrare al ragazzo che non è ignorante e stupida come lui crede. Naoki, sebbene inizialmente mantenga sempre una certa indifferenza nei confronti di Kotoko, rimane sconcertato dall’enorme forza di volontà della ragazza e qualche volta si abbassa persino ad aiutarla nello studio. Kotoko arriva, così, a divenire la migliore della sua classe e a riuscire ai rientrare fra i 50 studenti migliori dell’intera scuola, classifica in cui Naoki si era posizionato al primo posto.

La storia, poi, prosegue e giunge a raccontare l’ultimo anno di scuola dei ragazzi, durante il quale Kotoko riesce a persuadere Naoki a dare ripetizioni ai propri compagni della sezione F per permettere loro di qualificarsi per accedere gratuitamente all’università, percorso che in Giappone è direttamente connesso a quello dello scuola superiore per gli allievi con capacità. Alla fine, diversamente dalle aspettative negative dei professori, grazie al supporto di Naoki, tutti gli allievi della classe F riescono ad accedere al percorso universitario, eccetto Kinchan, amico di Kotoko, che ha una cotta per lei sin dal loro primo incontro e che è fortemente geloso di Naoki.

Un’immagine di Kinchan.

Durante la festa, che gli studenti hanno organizzato per il diploma, Kotoko dice a Naoki che lo dimenticherà per sempre, in quanto i due avrebbero dovuto prendere strade diverse poiché il futuro del giovane pareva proiettato nella famosa università privata di Tokyo anziché nei corsi universitari pubblici cui erano stati ammessi gli studenti della sezione F. Naoki, allora, bacia Kotoko e la sfida a dimenticarlo.

Le vacanze trascorrono e Naoki si prepara agli esami di ammissione della propria università, ma alla fine delude le aspettative di tutti, non presentandosi all’esame finale, poiché impegnato a salvare Kotoko colpita da un forte attacco di appendicite.

I due si ritrovano, così, a dispetto di ogni previsione nel medesimo campus universitario, pur essendosi iscritti a facoltà diverse, rispettivamente a scienze e a lettere.

In università c’è anche Kinchan, che ha fatto di tutto per essere preso come cuoco alla mensa, pur di stare vicino alla sua amata Kotoko e tenerla lontana da quel cuore di ghiaccio di Naoki.

Per via di una serie di vicissitudini, che portano ad ammalarsi prima il fratello di Naoki e poi suo padre, il ragazzo si avvicina, su ispirazione di Kotoko, alla medicina e decide di cominciare a studiare per diventare medico. Naoki, sebbene esca con due ragazze diverse, prima con Matsumoto Yuko e poi con Christine, ha sempre Kotoko nel cuore. Per quanto al principio fatichi ad ammetterlo a se stesso, infatti, lei è l’unica a comprenderlo, a farlo sentire davvero se stesso. Le cose gli sono chiare solo quando si trova sul punto di perderla, essendosi fidanzato con l’inglese Christine per avvantaggiare la ditta del padre che rischiava il fallimento. In quel momento, infatti, Kotoko si trova a valutare seriamente le avances e la proposta di matrimonio del suo vecchio amico Kinchan. Naoki, però, si rende immediatamente conto di non poter fare a meno di Kotoko, ferma tutto e le chiede finalmente di sposarlo. Kotoko è da principio incredula, ma i due hanno il loro lieto fine, per la gioia della signora Irie e di tutti gli altri membri delle due famiglie.

Un’immagine della Signora Irie.

Le avventure della coppia proseguono e Kotoko capisce di voler fare l’infermiera, per seguire da vicino Naoki e sostenerlo nel suo futuro di medico. I due superano ogni genere di difficoltà e di crisi e alla fine hanno una bambina, Kotomi. Kinchan, invece, finisce per sposare l’affascinante Christine e le due coppie rimangono legate da un forte rapporto di amicizia.

Questa storia insegna che l’amore spesso prende vie tortuose e difficili, ma che è in grado di cambiarci dentro: infatti questo sentimento dota Kotoko di una determinazione e una voglia di migliorare incrollabili, mentre dota Naoki di una maggiore sensibilità e mostra a quest’ultimo la sua strada.

A cura di Franny.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: