Ricette del Buon Umore: Bugie di Carnevale

Oggi, ultimo giorno di Carnevale, vi proponiamo una ricetta speciale, che piace a grandi e piccini e che non può assolutamente mancare sulle vostre tavole in questa specifica occasione: le Bugie di Carnevale!

Le origini

Qualcuno le chiama Chiacchiere, qualcun’altro Crostoli, qualcun’altro ancora Frappe o Cenci, a seconda delle rispettive varianti regionali, tuttavia si tratta sempre dello stesso dolce. Nel mondo, sono conosciute come Oreillettes, in Francia, Klejner, in Danimarca, Räderkuchen, in Germania, Chruściki, in Polonia, Orejas, in Spagna, Csöröge, in Ungheria, Cueca-virada, in Brasile. Insomma, questo dolce viene preparato, con qualche differenza, durante le festività di Carnevale, in tutta Europa e in Brasile.

Secondo gli storici, le Bugie -come le denominiamo in Liguria e Piemonte- hanno un’origine remota, che ha radici fino in epoca romana. Allora, si preparavano i frictilia, dolci fritti nel grasso di maiale, durante il periodo del calendario romano corrispondente al nostro Carnevale. La ricetta era cara ai romani, perché veloce e a basso costo.

Oggi, è più difficile trovare questo dolce, fritto nello strutto, alla maniera originale. Per ovvi motivi salutisti, infatti, allo strutto, si è sostituito l’olio o la cottura nel forno.

“E’ Carnevale: colori nelle strade, allegria nell’anima. Balla alla vita, senti il suo ritmo. Lascia fluire e non forzare. A Carnevale tutto è giovane.” (Anonimo)

La ricetta

Ingredienti

250 g di farina

2 pizzichi di sale

1 cucchiaio di zucchero

1 uovo

succo di limone

poco olio d’oliva(nell’impasto)

vino bianco q.b.

olio per friggere q.b.

Procedimento:

  • Su una spianatoia, disporre la farina a fontana. Aggiungervi il sale e lo zucchero.
  • In mezzo alla fontana, rompete l’uovo. Amalgamate bene il tutto con le mani. Poi, aggiungete il succo di limone (1 limone circa, se di piccole dimensioni), l’olio d’oliva e il vino bianco.
  • Impastate bene insieme gli ingredienti, fino ad ottenere una palla morbida e liscia.
  • Se l’impasto risulta troppo morbido o vi si attacca esageratamente alle mani, aggiungete altra farina per aggiustarlo.
  • Una volta finito di impastare, lasciatelo risposare per mezzora.
  • Dopodiché, stendetelo con un mattarello, tanto da renderlo piuttosto sottile.
  • Poi, cominciate a tagliarlo con una rotella tagliapasta. Potete fare dei quadretti, dei rettangoli, dei triangoli, delle strisce (da cui, riepiegandole a V, potreste ricavare delle specie di “cravattine”)… insomma, date sfogo alla vostra immaginazione!
  • A questo punto, friggete. Potete procedere in due modi: friggere l’impasto in una padella, oppure in un pentolino alto tipo quello da latte. Se avete fretta, usate la padella. Se avete tempo e volete ottenere risultati più belli, provate col pentolino! Friggere le vostre Bugie di Carnevale nel pentolino, vi permetterà di farle gonfiare meglio. In caso scegliate di usare il pentolino, ricordate che potete friggere al massimo due o tre ritagli di impasto alla volta. Il quantitativo d’olio che metterete nel pentolino, inoltre sarà maggiore. Dovrete arrivare a riempirne almeno metà.
  • Nella padella, ovviamente, possono starci più di tre o quattro ritagli di impasto, ma fate attenzione all’olio e cambiatelo, se inizia a fumare o vi accorgete che le vostre Bugie cominciano a diventare nere. N.b. Anche in questo caso, un filo d’olio non basta, ce ne vogliono almeno due o tre dita.
  • Saggiate, prima di tutto, la temperatura dell’olio, gettandovi un pezzetto di impasto. Non appena sarà abbastanza caldo, incominciate a friggere. Armatevi di schiumarola, per girare le vostre Bugie di Carnevale e friggetele fino a farle venire dorate.
  • Man mano che saranno pronte, trasferitele in un contenitore foderato di carta assorbente o tovaglioli di carta. Abbiate cura che l’olio non diventi nero e, a poco a poco, sostituite alle Bugie di Carnevale che togliete dall’olio, nuovi ritagli di impasto.
  • Procedete fino a che non avrete esaurito i vostri ritagli di impasto.
  • Prima di servire, spolverate le Bugie di Carnevale con dello zucchero a velo con l’aiuto di un colino.

Il vostro dolce di Carnevale è pronto! Buon Martedì Grasso a tutti e buona merenda!

Alla prossima!

A cura di Franny.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: