Andrà tutto bene, Italia -poesia

Cara Italia,

ti vedo fiacca,

piegata, spezzata,

sotto il peso dei sacrifici

dei sofferenti, delle morti.

Sei un viso solcato di lacrime,

una terra spaccata, arrabbiata,

che a tratti urla per rivendicare

le vite dei figli persi,

a tratti resta in silenzio

e guarda dritto di fronte a sè

con dignità…

E dicono che sei divisa,

che delle tue 20 parti,

nessuna è legata a un’altra…

Che ora più che mai

manchi quella solidarietà fondamentale

tra il Nord e il Sud del tuo stivale.

Ma no! Quale vergogna!

Noi ci stringiamo e soffriamo

tutti come fratelli, come sorelle,

come padri, come madri,

come medici e infermieri,

Regioni, governanti e governati,

autoctoni e immigrati.

Siamo una cosa sola,

un’afflizione sola,

una speranza sola,

che respira insieme,

che pensa insieme,

che agisce insieme,

contro la guerra alla pandemia.

E resteremo uniti fino all’alba nuova,

anche se chiusi nelle nostre case,

per poi rivederci ancora,

per riabbracciarci ancora tutti,

da Genova, Milano, Firenze,

fino in capitale,

a Napoli, Benevento,Agrigento,

Palermo, Sassari, giù sino al mare.

“Andrà tutto bene!”

Se lo diciamo insieme è meglio!

“Andrà tutto bene, Italia!”

“Io resto a casa…”

“…Andrà tutto bene!”

Se volete, potete leggere la poesia con in sottofondo Nuvole Bianche di Ludovico Einaudi:

A cura di Franny.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: