L’amore resta

L’amore resta nella pelle, nelle vene, nel sangue.
È circolarità. È eternità. È ciò che si trasforma e mai si distrugge.
Rimane l’amore che dai, rimane l’amore che ricevi.
È un marchio, una stella sempiterna che illumina i tuoi passi e pulsa nel tuo cuore, per dirti che non sei mai solo e che non sei mai sola.
È l’abbraccio della nonna quando ti chiamava “Nan” e ti diceva che eri troppo spettinata per andare in giro. È il rimprovero un po’ severo che usava il nonno, quando si ostinava a insegnarti qualcosa che non ti riusciva.

È il sorriso di tua madre, mentre ti raccontava le favole di eroi che, dopo mille peripezie, avevano sempre un lieto fine. È il peluche che ti comprò tuo padre, durante quella giornata speciale che passaste insieme.
È l’incoraggiamento della tua migliore amica, quando sei giù di morale.
Sono quegli occhi e quella voce che rivedi e risenti nella testa, anche a distanza, e che appartengono a chi ami di più.

È la persona che hai vicino -per chi è stato fortunato-, o che sogni di avere accanto e che un giorno invecchierà con te.

Se tutto il resto svanisce, c’è qualcosa che non perisce… l’amore no, l’amore resta.

Un video tratto da “Il Piccolo Principe”, che parla della differenza tra voler bene e amare:

L’amore è quel voler bene che non si arrende, ma che rimane, cocciuto, senza pretendere.

A cura di Franny.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: