Se sei triste, Cenerentola, vuol dire che non sei arrivata in fondo

Quando il dolore ti pesa così tanto sulle spalle e sul cuore, da farti vacillare, non ti arrendere, non spaventarti, non cadere.

Il dolore è una parte del percorso che purtroppo, malgrado tutto, se vuoi un giorno essere felice e perseguire i tuoi veri sogni, devi accettare.

Non ci sono strade facili, che ti portano subito alla meta, ti colorano il viso di emozioni positive e ti regalano un sorriso perenne.

Tutto è lotta, tutto é fatica.

Se ami qualcosa o qualcuno, se aspiri a un particolare finale per la tua storia… stai tranquillo che non potrai sfuggire alla sofferenza, anche quando ti sembrerà di esserne stato toccato abbastanza. Ma nella sofferenza non temere, perché non sei solo.

Tutte le Cenerentole hanno un momento in cui tutto sembra perduto, in cui il loro mondo sembra sempre sul punto di andare in pezzi, così come la loro anima. E ci sono volte in cui non dormono la notte per i pensieri, perché si chiedono se davvero avranno diritto a quel finale felice, che loro si sono sudate con le unghie e con i denti e che è stata l’unica cosa in grado di dare loro coraggio nelle peripezie della vita.

Se le spine stringono le vostre mani, il vostro cuore, la vostra mente, per le cose inaspettate e tristi che avete incontrato inspiegabilmente sul vostro cammino e per l’incertezza dello stesso, dite a voi stessi e a voi stesse che se non state esplodendo di gioia, vuol dire semplicemente che c’è ancora una buona parte da scrivere nel libro della vostra storia.

Dal film “A Cinderella Story” con Hilary Duff, una breve scena:

A cura di Franny.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: