Calendario dell’Avvento-10° Dicembre

Dietro al 10 dicembre, c’è qualcosa di veramente speciale… la statuina di uno sciatore. Ma perché vi chiederete? Cosa significa? Lo sciatore rappresenta, metaforicamente, per me, chi vive senza voltarsi indietro e preoccuparsi più del necessario.
Per quante cose brutte hai visto, non importa. Vai avanti. Non ti fermare. Quando pensi al peggio è la tua mente che ti inganna, che cerca di renderti debole e farti tremare.
Ma c’è sempre un raggio di sole, pronto a spuntare fra le nubi nere e rischiarare con una potenza sovrumana e misteriosa tutte le nostre situazioni più difficili.
Non arrenderti alla vita, perché hai il cuore spezzato e deluso. Non vedere l’oscurità e la penombra laddove c’è la luce.
Non vedere criticità, laddove sono disponibili miriadi di opportunità. Smetti di pensare troppo… vivi il presente e non ti scoraggiare, sii come lo sciatore che non può tornare indietro, che continua a discendere sulla pista, talvolta andando più veloce, talvolta più lentamente, qualche altra volta ancora cadendo e rimettendosi in piedi.
Non ti bloccare a metà del percorso a riflettere su argomenti confusionari e negativi. Basta dire a te stesso/a, ma io ho passato questo, io ho passato quello.
Ok, avrai vissuto sicuramente delle esperienze terribili, ma non concentrarti su quelle o finirai per attrarre solo altre esperienze negative. Cerca di spostare il focus su quei piccoli e grandi eventi belli che hanno riempito la tua esistenza. Si vive per quelli e per le versioni migliori di noi stessi che raggiungiamo dopo ogni percorso in salita, ostacolo o difficoltà.
Non buttare tutto il buono che ogni giorno l’universo ti invia. Impara a togliere i pensieri negativi, riprogrammati. Non devi per forza rinunciare a tutto… se hai perso molto, se c’è molto dolore dentro di te, non significa che soffrirai per sempre. Non colpevolizzarti. Smetti di rinunciare a tutto… vivi. Puoi morire a 100, a 90, a 80 anni .. ma anche molto prima. E se hai visto morire tante persone a cui tenevi, non restare indietro perché ti sembra di tradirle vivendo.
La cosa più bella che puoi fare, se hai perso un genitore, un amico/a, un fidanzato/a, un coniuge… è iniziare a ri-vivere facendo del tuo meglio per far sì che attraverso di te chi hai perso e la loro memoria rimangano immortali.
Qualsiasi cosa ti sia capitata, non ti buttare giù. Ricomincia. Riprenditi la fiducia in te stesso, nella vita e negli altri.

A cura di Franny.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: