Un angelo vestito da Babbo Natale

No, non si tratta di un film questa volta, nè di un mio racconto originale, ma di vita reale.

Voglio narrarvi questo episodio buffo, curioso e ovviamente natalizio, perché a me ha trasmesso un po’ di speranza.

Dovete sapere, che io per tradizione, nel periodo dell’avvento, anche un po’ prima talvolta, mi faccio una lista mentale di ciò che vorrei per Natale. Ogni Natale esprimo due o tre desideri che sono sempre gli stessi e che, ogni anno, puntualmente, non arrivano mai a realizzarsi oppure arrivano a tanto così dalla propria concretizzazione per poi scoppiare improvvisamente come bolle di sapone. Qualche volta li metto per iscritto, come si faceva da bambini quando si scriveva la lettera a Babbo Natale. Qualche altra volta, prendo una di quelle palline con la neve finta dentro, la scuoto e chiedo a parole all’universo quello di cui avrei davvero bisogno.

Lo so, è infantile e stupidissimo all’apparenza… ma tutti abbiamo bisogno di sognare e non dovremmo mai smettere, anche se ci convincono che, crescendo, dei nostri sogni potremmo anche farne a meno.

Quest’anno ho scosso la mia pallina di vetro con la neve finta e ho ripetuto quei soliti propositi ad alta voce, premurandomi anche di aggiungere che se pure quest’anno dovesse andare diversamente da come mi aspetto, nonostante sia stato pieno di momenti davvero difficili, lo accetterò.

Poi… stasera, mentre tornavo a casa, nel tratto che solitamente percorro in macchina dalla stazione a casa, è successa una cosa molto strana.

Sul marciapiede vedo un tizio vestito di rosso, nella notte, con le braccia sui fianchi, un cinturone nero, stivali neri, una barba bianca a contornare il suo viso rotondo e un cappello rosso con tanto di pon pon. Era… Babbo Natale. Non sembrava un’imitazione, era bellissimo, in mezzo al nulla. Ho chiesto a mio padre, che guidava, se lo avesse visto anche lui. Lui mi ha detto di no.

“Magari era un angelo. Uno dei nostri parenti che non ci sono più, che si è travestito da Babbo Natale per augurarti buona fortuna per le cose belle che sicuramente arriveranno nella tua vita” ha scherzato.

Era così carino e apparentemente reale quel grazioso e bizzarro vecchietto vestito da Babbo Natale, spuntato tra le pieghe ombrose di uno dei paesini di solito desolati della valle in cui vivo, che anch’io non ho potuto non fantasticare sul perché si trovasse lì.

“Può darsi sia venuto a esaudire i miei desideri.” ho risposto a mio padre.

State all’occhio, gente, chissà che non capiti anche a voi di avere una simile visione!

Al di là di tutto, no non ero sotto effetto di droghe e sì poteva essere un comune vecchino che voleva fare lo spiritoso e ha tirato fuori il costume troppo presto … sicuramente è così, ma perché non aprire il proprio cuore alla speranza, perché non credere che qualche meravigliosa sorpresa sia lì, a un passo da noi, pronta a rivelarsi?

Esprimete i vostri desideri di Natale.

A cura di Franny.

2 risposte a "Un angelo vestito da Babbo Natale"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: