Resta appeso

Tom Cruise in “Mission Impossible”.

Non demordere, malgrado infuri la tempesta e ti scivoli la mano lontano dalla roccia a cui ti sei aggrappato/a per non cadere nel vuoto.

“Finché c’è vita, c’è speranza” si dice e questo vale per ogni iniziativa.

Se vuoi cambiare qualcosa relativamente alla tua quotidianità, ai tuoi progetti, ai tuoi sogni o supportare in tale cambiamento persone a cui vuoi bene, devi resistere e trattenere il fiato. L’istante in cui ti sembra di cadere è quello decisivo: se ti arrendi e cadi, hai perso in partenza, perciò devi rimanere appeso/a. Se rimani appeso e pensi a una possibile riuscita, il successo ce lo hai quasi in tasca.

Il futuro è incerto, pieno di difficoltà, di sfide, di lacrime amare… ma anche di sorrisi, di speranza, di fiducia, di mani tese inaspettate che ci permetteranno di rimanere in piedi quando non potremo farcela da soli. Non buttarti giù. Sei tu a scrivere la tua storia, per mezzo della tua attitudine personale, del tuo carattere, della tua tendenza al positivo o al negativo.

Tutto ciò che vuole frenarti ti fa crescere. Se fa male, vuol dire che stai per diventare migliore di quello che sei.

Se ti guardi intorno, nel buio, mentre sei nell’atto di cercare di restare appeso/a, vedrai tre mani: una aggrappata alla roccia, a rappresentare la tua voglia di lottare, la tua forza di volontà, la tua determinazione, ma che da sola non potrà salvarti poiché solo gli altri ci salvano da noi stessi; una tesa verso di te, che impersona chi ci vuole aiutare, chi ci sta vicino anche se non sempre siamo in grado di vederlo, ma che da sola non ti basterà, poiché rischierai di cadere, se non avrai abbastanza fiducia in te, condizione fondamentale per nutrire questo sentimento negli altri; una terza mano luminosa e quasi invisibile, che spessissimo non consideriamo e che talvolta ci prende per il colletto della camicia, ci tira su e ci dà le energie e la convinzione necessarie per risalire il precipizio. Lascio a te una libera interpretazione di quest’ultima mano, perché ovviamente non è concepita in modo identico da tutti.

La bellezza di ciò che ci aspetta è imprigionata fra le pagine difficili da girare. Quindi, non scegliere di cadere, lamentandoti e scoraggiandoti. Tutto è possibile, ma solo se resti appeso/a.

A cura di Franny.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: