Una poesia per L’Aquila: “Bambina bella” (05-06/04/2009)

Quando mi ci portava mio padre d’estate, durante le nostre consuete vacanze in Abruzzo, la terra d’origine del nonno, per me era una festa. Amavo quella città così piena di monumenti e di storie da raccontare. Ogni volta, per me, entrarvi, era come immergermi in un’atmosfera serena, aperta, accogliente, quasi una seconda casa. Oggi, L’Aquila, però, non è più la città che ricordavo. Gran parte delle sue bellezze sono andate distrutte e molti suoi abitanti sono morti o sono stati sfollati dalle proprie case. Quando mi diedero la notizia di quanto avvenuto, ne rimasi davvero dispiaciuta e commossa. Fu così che scrissi la seguente poesia, dove mi immagino L’Aquila come una bambina ferita, ingenua e innocente, che è al tempo stesso una giovane madre affranta per la perdita dei propri figli.

Bambina bella

Bambina bella,

piangi sulla tua terra

le lacrime amare di un popolo.

Bambina mia,

piccola stella,

ferite nella tua pancia.

Bambina cara,

il tuo sorriso…

si rompe nel viso di madre.

Per ciò che avvenne,

per quante vite perdute

il tuo grembo contenne.

Aquila dolce, tu voli

nei pensieri più lievi e sinceri,

nei sogni più facili e amati.

Aquila forte, sorpassi

le nuvole e il tempo con te.

Al di là del pensiero e del niente,

dove ogni cosa è per sempre.

Curiosa piccina, la vedi?

Lassù, è la più leggiadra.

Una lacrimuccia argentata

e l’Aquila venne incantata.

Colei che scelse,

la più bella.

Madre tenera e amabile,

Bambina bella.

Figlia d’Abruzzo,

ciascun ti compiange.

Figlia degli orsi,

l’Aquila piange.

Sempre il silenzio

con te porterà

la vita e l’amore

di chi non è qua…

Spirito tacito di città morta,

piccola bimba di felicità smorta.

Ti sveglierai,

lotterai

e rivivrai.

Nella speranza di fuoco,

l’Aquila emette un grido roco.

Bambina bella,

forte ti chiama.

L’Aquila ancor ti reclama.

Bambina bella, silenzio profondo…

l’Aquila, il cuore ferito del mondo.

La foto di copertina è una “Cartolina bambina in costume abruzzese”. Si veda: https://picclick.it/Laquila-Fontana-99-Cannelle-Bambina-Costume-Abruzzese-254153584689.html

A cura di Franny.

Una risposta a "Una poesia per L’Aquila: “Bambina bella” (05-06/04/2009)"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: